Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Archivi per: Luglio 2016, 24

Biglietti Trenitalia: le novità dal 1 agosto

Luglio 24th, 2016

Biglietti Trenitalia: le novità dal 1 agostoDal primo agosto Trenitalia cambia tutto, e rivoluziona orari e validità dei biglietti dei treni regionali. Niente più due mesi di validità, ma solo 24 ore. Sul tagliando ci sarà, oltre alla tratta, anche il giorno di partenza con il biglietto potrà essere utilizzato solo fino alle 23.59 del giorno indicato durante l’acquisto. Regole più stringenti, quindi, che costringeranno i viaggiatori a cambiare le proprie abitudini.

Fino ad oggi i tagliandi comprati nelle biglietterie, nelle edicole, nelle macchinette self service o alle agenzie di viaggio valevano infatti  2 mesi. Dal primo agosto, invece, il tempo sarà ridotto a 24 ore, solo un giorno. Dalle novità sono esclusi i biglietti acquistati online sul sito o sull’App perché già riportano con precisione giorno e tratta del viaggio. Cosa cambia, in pratica, dal 1 agosto? Non si potrà più fare incetta di biglietti da utilizzare all’occasione. Ma neanche, ed è questa la ragione avanzata dall’azienda di trasporti, non convalidare il tagliando sperando di farla franca e riutilizzarlo per successivi viaggi. “È un adeguamento agli altri Paesi europei - spiegano da Trenitalia - dove i tagliandi già hanno una validità inferiore".

Qualche esempio: ad oggi il biglietto regionale vale due mesi soltanto in Italia e Slovacchia mentre ha validità di sette giorni in Francia, fino a due giorni in Austria e di un giorno in Spagna, Germania, Olanda, Belgio, Polonia, Repubblica Ceca e Slovenia. “I biglietti regionali - spiega Trenitalia - dovranno comunque essere convalidati e potranno essere cambiati una sola volta entro la mezzanotte del giorno precedente gratuitamente alle macchine self service e con un pagamento di 50 centesimi nei punti vendita che li emettono o di una maggiorazione variabile nelle agenzie di viaggio".

Le nuove norme sono state presentate anche alle associazioni di consumatori: “Ci potrà essere qualche difficoltà per gli anziani - spiega Enrico Pallavicini di Assoutenti - ma sarà questione di tempo. Più si stronca il fenomeno dell’evasione più noi siamo a favore". Non sono convinti, però, i viaggiatori, che stanno apprendendo dalla notizia dagli avvisi esposti da Trenitalia. “Visto che le biglietterie ormai non esistono più e quelle poche sopravvissute di sera praticamente non funzionano - scrive Antonioluigi Villani, presidente del Comitato Linea Storica Napoli-Salerno -come ci si dovrà regolare se uno dalle 20 in poi di sera si accorge di non poter più partire il giorno successivo?". Tante domande che troveranno risposta dal prossimo 1 agosto: “Vi rendete conto delle difficoltà che troveranno gli anziani e i soggetti più deboli? - dice Villani - è un incentivo a prendere l’auto".

“Luiss Green Mobility”: la nuova app per mobilità elettrica a impatto zero

Luglio 24th, 2016

“Luiss Green Mobility”: la nuova app per mobilità elettrica a impatto zero

Presentata alla sede dell’ateneo l’app LUISS Green Mobility: il primo servizio universitario in Europa di mobilità, intelligente, connessa e condivisa che, tramite una piattaforma di ultima generazione trasformerà il modo di muoversi in città dell’intera comunità universitaria che da oggi, potrà spostarsi tra le sedi dell’Università e tra le vie della Capitale con: auto, biciclette e perfino scooter elettrici, integrando così la sensibilità ambientale con l’innovazione ICT e la ricerca più avanzata nel settore dell’automotive.

La grande novità targata LUISS è che per la prima volta sarà possibile usufruire delle colonnine di ricarica tramite una app, pagando comodamente con il proprio smartphone, senza alcun tipo di vincolo contrattuale con un qualsiasi rivenditore energetico. «LUISS Green Mobility risponde all’esigenza di un’ecologia più sociale e di un ambiente più tutelato, nell’ottica di una formazione in cui il rispetto per la natura e per il bene comune siano un tassello imprescindibile per la crescita di ciascuno dei nostri studenti» dichiara il direttore generale Giovanni Lo Storto nella clip. Destinato agli studenti, al corpo docente e al personale amministrativo dell’Ateneo, il servizio potrà essere adottato da tutte le realtà interessate ad implementare progetti di mobilità sostenibile.

In partnership con Electric Drive Italia, Mercedes-Benz Italia e in collaborazione con Intesa SanPaolo, la «flotta verde LUISS» potrà essere attivata, tramite un’applicazione da smartphone e sarà, quindi, a «portata di tasca» in ogni momento. Basterà un click per prenotare una stazione di ricarica o un veicolo.

 

Il deodorante rende gli uomini più mascolini

Luglio 24th, 2016

Il deodorante rende gli uomini più mascolini

L’omo pe esse omo ha da puzzà“, dice un proverbio romano. Ma a quanto pare, secondo la scienza le cose non stanno così. Gli uomini che usano il deodorante sarebbero percepiti come più “maschi”, secondo quanto è emerso da una ricerca condotta da ricercatori scozzesi e cechi.

Nello studio, i ricercatori hanno chiesto a un gruppo di persone (che includeva sia donne che uomini) di giudicare la mascolinità e la femminilità di volti di uomini e donne, e successivamente di valutarne queste caratteristiche anche in base all’odore, in alcuni casi “al naturale” (senza deodorante), ed in altri con il deodorante.

I risultati sono stati molto interessanti: in generale, il giudizio di mascolinità e femminilità dei volti è risultato correlato al giudizio di mascolinità/femminilità dell’odore naturale. Nel caso di soggetti “profumati”, però, le donne tendevano a dare un giudizio più elevato, tendendo a giudicare più “mascolini” gli uomini che fanno uso di deodoranti e profumi. Anche gli uomini tenderebbero a giudicare più “maschi” gli uomini profumati, anche se la differenza di giudizio è molto meno evidente ed è emersa solo da una successiva re-analisi dei dati raccolti.

Curiosamente, non c’è invece effetto del profumo nel caso delle donne: lo studio ha mostrato che sia maschi che femmine danno lo stesso giudizio di femminilità sia che il soggetto sia profumato oppure “al naturale”

Insta Lova di Marracash e Gué Pequeno

Luglio 24th, 2016

Insta Lova di Marracash e Gué PequenoARTISTA: Marracash, Gué Pequeno
ALBUM DI PROVENIENZA: Santeria
TIPO DI CANZONE: singolo dei rapper italiani, secondo estratta dall’album in studio
GENERE: Raggamuffin rap, Trap
ETICHETTA: Universal
INFO:  Il testo tratta invece in maniera ironica una relazione adolescenziale tutta costruita sulla rete sociale, tenuta lontano dalla vita reale.Il singolo è stato presentato per la prima volta dal vivo dai due rapper in occasione della loro esibizione alla quarta edizione del Coca-Cola Summer Festival.
DURATA: 03 min e 26 sec
DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 luglio 2016

VIDEO

 

TESTO DELLA CANZONE

La G, la U, la E
fammi un check, scrivimi su direct
se sei bona, anche di persona
e la foto poi non si ridimensiona

Talmente boss che dovrei stare a Playa d’en bossa
talmente hot che se ti scrivo prendi la scossa
ti seguirò? Non lo so, forse
metti foto di borse, fuori città le settimane scorse

Mentre cammino suona la mia collanazza
è da un pezzo che mi whatsappa, che pezzo di ragazza
mi ha mandato foto in ogni posizione
vedi ti ho inoltrato la mia posizione

Quando arrivi sai ti toglierò il WiFi
posso metterti di tutto tranne un like
eccoti la Love Story, senza uscire mai fuori
per te servono anche due caricatori

Ti ho conosciuta così, ci siamo fidanzati su Whatsapp
mi scrivevi di sì, di sì, di sì
ed è finita in 3G, abbiamo divorziato su Whatsapp
senza uscire da qui

Insta Lova
Insta Lova
Insta Lova

Lo dicevo già da ‘Mixare è bello’, è meglio che ti adegui
è l’era dello sharing, fratello
guardo la tua tipa e clicco aggiungi al carrello
è come se letteralmente esce dallo schermo
tocco i giusti tasti, toccati sul touchscreen
dal contatto al letto in dieci comodi messaggi
non mi trovi più con una nota al locale
dal salotto parlo sporco in una nota vocale

Copro volto e tatuaggi sennò è finita
screenshotta e inoltra ad una amica, che inoltra alla rubrica
finché in rete gira una foto di me che mi inoltro nella tipa
la foto del profilo è in completino La Perla
appena acceso il video dico: ‘è nata una stella’
passiamo all’azione e tu sei cosi bitch
devo mettere il goldone se ti mando una pic del mio *beep

Ti ho conosciuta così, ci siamo fidanzati su Whatsapp
mi scrivevi di sì, di sì, di sì
ed è finita in 3G, abbiamo divorziato su Whatsapp
senza uscire da qui

In questa nuova era, non mi tocca uscire più di sabato sera
non devo girare su una Porsche Panamera
accendo il cellulare e sono già in discoteca
e giuro lo sognavo da una vita intera
non mi tocca uscire più di sabato sera
tutti infarinati come Antonio Banderas
guardo tra i contatti e sono già in discoteca

Ti ho conosciuta così, ci siamo fidanzati su Whatsapp
mi scrivevi di sì, di sì, di sì
ed è finita in 3G, abbiamo divorziato su Whatsapp
senza uscire da quì

Insta Lova
Insta Lova
Insta Lova
Insta Lova

Ti ho conosciuta su direct, primo appuntamento su Whatsapp
luna di miele su Skype, Insta Lova
e quando ti ho bloccata, era la lettera dell’avvocato
ti ho tolto il like, Insta Lova

Smoothie banana e cioccolato

Luglio 24th, 2016

smoothie banana e cioccolatoVi piacciono i frullati? Ecco quello che fa al caso vostro! Un goloso smoothie banana e cioccolato, dal gusto originale perchè l’amaro del cacao si abbina perfettamente a quello dolce della banana. Lo smoothie è ideale da essere consumato a merenda in compagnia di amici.

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: bassa
TEMPO DI PREPARAZIONE: 5 minuti
TEMPO DI RIPOSO: 10 minuti
DOSI: per 2-3 persone
CALORIE: 197 a porzione

INGREDIENTI:

banane
2 banane
latte di riso
1/2 tazza di latte di riso
cacao
2 cucchiai di cacao
zucchero di canna
1 cucchiaino di zucchero di canna
cioccolato
scaglie di cioccolato q.b.    

 

FASI DI PREPARAZIONE:

Sbucciate le banane, tagliatele a cubetti e frullatele. Unite, subito dopo, il latte, il cacao in polvere e lo zucchero fino ad ottenere un composto fluido.

Per rendere più goloso il vostro smoothie unite delle scaglie di cioccolato in superficie e fate raffreddare in freezer.

Avete provato questa ricetta o realizzato altri gusti di smoothie? Dateci i vostri suggerimenti.